Sostegno psicologico – COVID19

Il team di GameOn attiva un nuovo servizio di sostegno psicologico individuale per allenatori e atleti.

L’ obiettivo del servizio è quello innanzitutto di accompagnare allenatori e atleti in un percorso che consenta loro di raggiungere una migliore regolazione delle emozioni e degli stati psico-fisiciuna maggiore padronanza dei pensieri nonchè favorire il riconoscimento e la prevenzione di sintomi psicologici. Decisivi, inoltre, per ogni livello i lavori di riavvio, riorganizzazione e rimodulazione delle aspettative e degli obiettivi della stagione e a volte della carriera, all’interno di questa attuale cornice di precarietà e di crisi.

Come funziona il servizio?
Il servizio consiste in un percorso psicologico che può essere svolto on-line o presso uno degli studi dei nostri professionisti (Roma, Firenze, Pescara, Pietrasanta).

Come accedere al servizio?
Se senti che hai bisogno di supporto psicologico in questa fase puoi mandare una mail attraverso il modulo seguente indicando i tuoi contatti. Verrai ricontattato da un nostro professionista  per poter accogliere la tua domanda. I costi e le modalità degli incontri verranno comunicati e pattuiti al momento del contatto telefonico.

Nel corso degli ultimi mesi una grande quantità di studi ha approfondito il tema della salute mentale e del benessere psicologico in relazione alla pandemia di COVID-19Lo stato emergenziale e le ripercussioni sulla vita quotidiana hanno determinato, infatti, un aumento di stress in tutta la popolazione. L’eccezionalità della situazione, l’imprevedibilità legata ad essa e la necessaria riorganizzazione di tutti i piani hanno reso ciascuno di noi più vulnerabile a sintomi legati alla salute mentale.
Anche il mondo sportivo è stato coinvolto in pieno (Di Fronso et al., 2020; Reardon et al, 2020) evidenziando l’importanza di riflettere su queste tematiche anche rispetto ad atleti e allenatori. Il cambiamento legato alle restrizioni sia dal punto di vista degli allenamenti che delle competizioni, una diffusa condizione di precarietà lavorativa, l’annullamento di importanti appuntamenti sportivi hanno spesso comportato infatti la necessità di un riadattamento del proprio ritmo quotidiano e una messa in discussione del proprio equilibrio psicofisico. Le ricerche attestano un aumento di sintomi di stress, ansia e disturbi dell’umore (es. depressione) tra atleti e allenatori nel corso di questo anno e il riconoscimento di quanto siano importanti interventi psicologici finalizzati al sostegno in questo periodo di crisi.

Compila il modulo e un professionista ti risponderà quanto prima per accogliere la tua richiesta.